VISITATE IL BLOG PER MAGGIORI INFORMAZIONI CLICCANDO SULL'IMMAGINE

27 ottobre 2011

Il boiler ed il calcare

Queste foto potrebbero essere considerate impressionanti... fate attenzione!
Anodo al magnesio (attaccato al coperchio del boiler) prima e dopo la cura
Penserete che sono matta o che mio marito è idraulico... giusta la prima. Soprattutto se si pensa che siamo alle soglie dell'inverno e sarebbe meglio evitare qualsiasi operazione che riguardi l'acqua calda. Ma io adoro il pericolo. Partendo dall'inizio: la mia caldaia ha un boiler che supponevo essere incrostato dal calcare (poca acqua calda e boiler sempre acceso). Ovviamente è troppo facile chiamare la costosa manutenzione per fare un lavaggio con l'acido, molto meglio cercare su internet e provare ad improvvisarsi termotecniche...
Serpentina dentro il boiler, con e "senza" calcare
700 gr di puro carcare... può essere utile? Mestolo tecnico con il quale l'ho tirato fuori
 Se inserite le parole caldaia-boiler-calcare-pulizia l'unico risultato riguarderà i ferri da stiro!!! Non è previsto che una persona sia curiosa e testarda. Inutile entrare nel dettaglio che il mio boiler non ha un rubinetto per lo svuotamento ed ero terrorizzata di toccare l'entrata dell'acqua, così ho svitato l'anodo al magnesio imbullonato ed ho eseguito lo svuotamento manuale dell'acqua a mestolate, con tubetti tipo svuota-serbatoio-della-benzina e con la poca che gocciolava fuori dal rubinetto (deve restare sempre aperto per permettere la fuoriuscita della pressione eventuale, previo spegnimento boiler e chiusura rubinetto centrale). Mi raccomando di riempire vari tegami, vi verranno utili se, come nel mio caso, dovrete fare un bidet imprevisto al vostro bimbo... Mi sono poi affacciata curiosa sul boiler (arrampicandomi su una scaletta appoggiata al ripiano della cucina) ed ho visto l'incredibile: il calcare morbidamente avvolgeva ogni cosa, sembravano le cascate dei bagni di San Filippo in Toscana. Bellissimo e schifosissimo allo stesso tempo. Ma ancora non avevo fatto i conti con l'eliminazione manuale del calcare con tutto quello che la cucina offriva: scopini pulisci bottiglie, mestolini e mie manine sante. Volete sapere quanto ne ho tirato fuori prima di versare 6 litri di aceto caldo dentro al boiler per pulire abbastanza bene i residui sul fondo? 700 gr, 7 etti, 0,7 kg di calcare nel mio boiler! L'anodo l'ho acetato pure lui ma mi sa che non ne è rimasto molto. Poi bisogna richiudere i bulloni ma non del tutto perchè, quando si riapre il rubinetto centrale, deve uscire l'aria che permette all'acqua di riempire nuovamente il boiler per un gioco di pressione. Solo quando esce un po' di acqua dal coperchio vanno serrati i bulloni. Almeno questo ho fatto. Se domani siamo ancora qua vuol dire che ho fatto bene. Il boiler non si accende più come prima ad ogni tiro d'acqua calda e la temperatura è raggiunta con un valore del selettore notevolmente inferiore rispetto a prima (3 e non 5). La prima acqua calda odora però di aceto, perfetto per il risciacquo dei capelli... Qualche termotecnico segue il mio blog e sa dirmi se ho fatto cose da matta? Ciao a tutti e alla prossima sfida casalinga.

10 commenti:

Pollon72 ha detto...

Davvero coraggiosa :-)

anna ha detto...

sei una pazza geniale! ma tutto da sola?

Beatrice ha detto...

preciso per i savi che ho eseguito l'intera operazione mettendo in salvo marito e bambino.... comunque è tutto un gioco di pressione e mica bisogna troppo scherzarci. ad oggi posso dire che non ho notato perdite, quindi direi che ciò che potevo fare l'ho fatto abbastanza benino.

Anonimo ha detto...

Ero a caccia di informazioni sull'anodo di magnesio e mi sono imbattuto in questo articolo. Allora non sono solo! Anche io ho aperto il boile settimana scorsa e mi si è aperto il mondo. Ogni due giorni dovevo pulire i filtrini dei rubinetti ed il doccino perchè arrivavano particelle che intasavano tutto. Pensavo fosse sabbia dalla rete comunale, ma poi ho capito che arrivava con l'acqua calda. Già mi volevano far cambiare la caldaia (il boiler è integrato). Invece mi sono deciso ad aprirlo. Non ho pesato il contenuto estratto ma stasera lo faccio, per curiosità. Mi sono sorpreso però perchè pensavo di trovare il calcare attaccato alla serpentina (come nella pubblicità del Kalfort) ma in realtà era tutto sul fondo del serbatoio, mentre sulle serpentine c'era una specie di fango sciolto che ho rimosso con un getto d'acqua. Ho richiuso il tutto e funziona. Solo mi resta da capire se devo sostituire l'anodo di magnesio oppure no. Pazzesco che nessuno parli di questo tipo di manutenzione che secondo me incide anche sulla salute di chi utilizza l'acqua di questi serbatoi..
Ciao e complimenti.

Beatrice ha detto...

mi fa immenso piacere poter stimolare le nostre potenzialità! complimenti per la pulizia, hai tutta la mia stima! si potesse mettere un po' di aceto bianco...

Anonimo ha detto...

Peccato che sei sposata....

Beatrice ha detto...

Però ho un marito contento...
Ciao e grazie del commento, mi hai fatto ridere per un bel po'!

Beatrice ha detto...

Riporto qui un commento lasciatomi sulla mail: "ciao.Ho letto il tuo articolo,è da un pò di tempo che questa cosa mi passa dentro la testa,praticamente se ho capito bene c'è solo da svitare le viti del boiler svuotarlo,pulirlo,dopo aver estratto le due aste,riempirlo e richiudere dopo che l'àcqua a fatto uscire l'ària. Mi puoi confermare oppure chiarire il tutto, essendo molto manuale se ho capito bene non dovrebbe essere cosi difficile.spero in un tuo interesse,ti saluto,aspetto tue,ciao eugenio

Beatrice ha detto...

Rispondo ad Eugenio, spero non se la prenda se lo faccio pubblicamente. Svitare le viti con attenzione perchè in pressione...con molta cautela e pianissimo, un po' per volta. Io non potevo svuotare il boiler se non manualmente dall'altro perchè non ho capito da dove farlo in maniera più semplice, ma confido di capirlo per la prossima volta. Voi chiedete al manutentore...L'asta è sempre e solo una, prima e dopo la pulizia, con 2 foto semplicemente accostate. per il riempimento faccio riferimento al mio post che mi sembra molto esaustivo. Grazie e ciao eugenio

Massimo Brando ha detto...

Attenzione!!!
va benissimo aprire il coperchi di ispezione per pulire le serpentine e il fondo del serbatoio, ma attenzione a non graffiare niente.
Ancora più attenzione:
L'anodo di magnesio non va pulito ma sostituito. La sua funzione è quella di sacrificarsi, nella guerra delle correnti galvaniche, al posto dell'acciaio del bollitore. pulirlo non serve a niente. quello che hai postato nella foto è sicuramente da sostituire in quanto ha già ceduto gran parte del magnesio. Il non sostituirlo comporterà la foratura del serbatoio. Sostituiscilo!